Crisi? Trovato un colpevole che scotta

Ammettiamolo, l'Italia e tutto il sistema occidentale sono nella merda. «Ma di chi é la colpa? Di banchieri avidi, di speculatori senza scrupoli, dei giovani incappucciati e arrabbiati che hanno perso fiducia nel futuro, della polizia maldestra o di leader politici inetti?» si chiede un giornalista del Corriere della Sera.

Niente di tutto questo, il colpevole è uno che "scotta": il sole!

Sì, secondo una notizia demenziale, veicolata in questi giorni dai media asserviti al potere becero che sta stritolando l'occidente (i soliti noti), ci sarebbe un nesso tra  tempeste solari e crisi finanziaria con annessi disordini sociali. Addirittura la Fed analizza dal 2003 le relazioni tra il geomagnetismo e l'andamento azionario. Che in realtà la Fed, notoriamente covo della cricca di Goldman Sachs, stia preparando assieme ai suoi compari di Wall Street e Basilea, da ben prima del 2003, le strategie per depistare l'opinione pubblica e nascondere le loro mire di conquista dell'intero pianeta, i media asserviti non fanno parola. Tabù!

«Lo studio suggerisce che gli investitori, disturbati involontariamente dall'attività di origine spaziale, sarebbero propensi all'ansia e alla depressione, che a loro volta li inducono ad assumere rischi non necessari. Inoltre: verrebbe favorita la tanto controversa vendita allo scoperto sui titoli del comparto finanziario, un'operazione vietata proprio qualche giorno fa dalle autorità di Francia, Spagna, Belgio e Italia.» Che dire, il sole, quel discolaccio, è decisamente iperattivo, sarebbe il caso di inviare al suo indirizzo un razzo carico di Ritalin... Magari in un prossimo futuro qualche politico rincretinito avanzerà una proposta in tal senso... in questo periodo di crisi, di politici rincretiniti ce ne sono in abbondanza.

Il giornalista del Corriere ci informa anche che «Gli esperti della National Oceanographic and Atmospheric Administration (la Noaa) prevedono per il futuro un'intensificazione delle tempeste solari, fino a un picco previsto per il 2013.» Come interpretare questo messaggio "scientifico"? Che fino al 2013 quelli di Basilea 3 continueranno a provocare disastri finanziari al fine di giustificare qualche intervento "salvifico" per prendere il controllo totale del pianeta.

Per concludere, due battute sui principali protagonisti dell'attuale scenario politico italiano.

Giulio Tremonti, il padre del decreto legge che, di fatto, decreta il prelievo da parte dello Stato dei soldi dei cittadini con le buone o con le cattive, il creativo che si è inventato gli spot contro "gli evasori parassiti della società" (qualcuno prima o poi ci racconterà com'era il Tremonti commercialista...), ha detto che l'attuale crisi che ha colpito l'Italia era imprevedibile. Delle due l'una: o ci sta prendendo tutti per i fondelli senza ritegno, oppure è un totale incapace, per dirla con Casini "è uno scemo".

Silvio Berlusconi, il fiero possessore di un "arnese leghista", nel senso che a detta dei suoi legali e dei suoi medici ce l'ha duro e sempre pronto all'uso (sic!), colui che ha vinto le elezioni promettendo meno tasse, di eliminare l'obbligatorietà dei versamenti INPS per gli imprenditori (1994 o giù di lì), colui che non avrebbe mai messo le mani in tasca agli italiani... è riuscito a mantenere almeno quest'ultima promessa. Infatti agli italiani ha tolto pantaloni e mutande, e si sa che in una tale situazione non è possibile mettere le mani in tasca... e ci fermiamo qui con la metafora. Bene, questo condottiero che ha disatteso tutte le sue promesse, ora se ne esce dicendo che sarà ricordato per aver salvato l'italia. Che ne dite, riapriamo un manicomio, uno solo con una sola stanza tutta per lui?