Farmaci e psicofarmaci su internet senza ricette

Il dilagare incontrollato ed incontrollabile delle email non desiderate sta diventando una vera e propria rottura di scatole per tutti i possessori di email. Oltre alle classiche email porno, i nuovi campioni dello spamming sono i venditori di farmaci on-line senza ricette.

L'incessante proposta di farmaci senza ricette su internet, oltre ad essere una pratica estremamente fastidiosa è anche estremamente pericolosa. Chiunque può acquistare on-line il Prozac, l'antidepressivo sotto accusa per gli effetti collaterali a volte letali, o le sue "varianti" Paxil e Zoloft. Oppure può acquistare il Viagra o altri farmaci per colesterolo, diabete, antidolorifici, ansiolitici e via dicendo, senza alcun controllo medico. La cosa non è sconosciuta poiché ne hanno parlato anche i quotidiani, tuttavia non vediamo nessuna presa di posizione da parte delle autorità preposte. Dov'è, in questo caso, il Ministero della Sanità?

L'attuale spinta alla farmacolizzazione dell'uomo ha radici conosciute. Nel 1967 fu tenuta una conferenza dal Gruppo di Studio per gli Effetti dei Farmaci Psicotropi sugli Umani Normali (Study Group for the Effects of Psychotropic Drugs on Normal Humans) per stabilire le strategie psichiatriche negli Stati Uniti verso il 2000. Gli atti della conferenza furono redatti da due protagonisti di MKULTRA, il dottor Wayne O. Evans e lo psichiatra Nathan Kline. Nella prefazione agli atti si leggeva che:

«...l'attuale gamma di farmaci utilizzati sembrerà quasi insignificante se la compariamo alla quantità possibile di sostanze chimiche che saranno disponibili per il controllo degli aspetti selettivi della vita dell'uomo del 2000 [...]»

Detto e fatto!

Qui di seguito riportiamo alcuni esempi di promozioni di farmaci tramite email, sperando che la massima "se li conosci li eviti" valga anche in questo caso.

1° esempio

esempio 1

2° esempio

esempio 2

3° esempio

esempio 3

4° esempio

esempio 4