La corsa per la cura

Ti sei mai chiesto dove finiscono i soldi dei vari "Telethon" e iniziative simili? Ti sei mai chiesto come mai c'è un proliferare di associazioni che raccolgono fondi per la ricerca di questo e di quello? E ancora, ti sei mai chiesto come mai medici famosi e influenti (vedi l'ex ministro alla Sanità Sirchia) ricevono grandi somme di denaro dalle case farmaceutiche? Nella seguente vignetta di Mike Adams, forse, c'è la risposta.


corsa per la cura

Tratto da www.newstarget.com
Le vignette di Counterthink sono parodie o commenti satirici di NewsTarget su vari argomenti che riteniamo siano di interesse pubblico e vengono proposte conformemente alla Libertà di Parola nell'ambito della protezione del Primo Emendamento della Costituzione USA.

La "corsa per la cura" è uno dei maggiori colpi sociomedici messi a segno dall'industria farmaceutica. Funziona in questo modo:

Innanzitutto, le case farmaceutiche prendono il controllo delle organizzazioni non-profits (senza fini di lucro) per il cancro donando ingenti somme di denaro, ottenendo in questo modo di poter mettere i propri dirigenti nei consigli di amministrazioni di queste organizzazioni. Da quel momento, tutte le decisioni dell'organizzazione non-profits per il cancro vengono fatte per proteggere gli interessi delle case farmaceutiche. Oggi, di fatto, tutti i gruppi non-profits per il cancro sono in realtà gruppi di facciata di Big Pharma che propagandano il trattamento per il cancro, ma mai la prevenzione (poiché prevenire il cancro in realtà danneggerebbe i profitti delle case farmaceutiche).

In seguito, questi gruppi di facciata per il cancro mettono a segno un colpo terribile: prima convincendo la gente che i soldi sono l'unico ostacolo a trovare la "cura" per il cancro, quindi convincendo la gente a consegnare i propri soldi in cambio del diritto di correre in tondo, così si sente come se stesse aiutando a trovare questa cosiddetta cura.

Ma alla gente non vengono MAI dette queste tre cose:

1) Gran parte del denaro raccolto con questi eventi in realtà va a sovvenzionare ulteriori campagne propagandistiche oppure l'opera di ricerca delle case farmaceutiche che sono già tra le aziende più lucrose al mondo. Come mai i cittadini danno i loro soldi duramente guadagnati a organizzazioni estremamente opulente in primo luogo? L'American Cancer Society, per esempio, una volta aveva centinaia di milioni di dollari in contanti, possedeva una flotta di auto di lusso, possedeva immobili per il valore di 11 milioni di dollari, e centinaia di milioni di dollari in altre attività. Il suo amministratore attualmente guadagna uno stipendio di oltre 760.000 dollari l'anno. Vedi The American Cancer Society: The World's Wealthiest Nonprofit Institution.

2) Anche se con tutto questo denaro in qualche modo si trova una cura per il cancro, le case farmaceutiche non hanno piani per rendere il favore. Piuttosto, graveranno i pazienti di cancro con i prezzi più alti che possono strappare con questi farmaci, generando profitti per gli azionisti. Poiché per Big Pharma, il cancro è un centro di profitto (termine con cui in un'azienda si indica l'ufficio o divisione il cui compito è massimizzare la differenza tra un ricavo e un costo - da Wikipedia, ndr), non un progetto di volontariato. Se pensavi che la cura del cancro verrebbe elargita a chiunque, sei stato ingannato.

3) Incidentalmente, le cure per il cancro esistono già nel mondo della medicina naturale. Dozzine di cure, che coprono le erbe medicinali, terapie nutrizionali, disintossicazione chimica e molte altre e vengono usate per eliminare il cancro in numerosi pazienti in tutto il mondo proprio ora. Tuttavia l'industra convenzionale del cancro non vuole promuovere quelle cure, poiché le case farmaceutiche non possono trarne dei profitti. Quindi inscenando la propria "corsa per la cura", l'industria del profitto pretende che tutte le altre cure non esistono.

Il cancro è un grande, grande affare. E mantenere fluente quel denaro richiede una campagna di propaganda globale che offre la carota della speranza così che i pecoroni continuino a girare in tondo, svuotando le proprie tasche di contanti a beneficio delle case farmaceutiche. Il livello di questa macchinazione è stupefacente, ed è ciò che ho cercato di catturare in questa vignetta.

I tre uomini all'estrema sinistra del pannello stanno raccogliendo tutto il contante e lo stipano nelle loro ventiquattrore. Su di una si legge "Cancer non-profits" e sull'altra "American Cancer Society".

L'unica cosa positiva nel correre per una cura per il cancro è che la luce solare favorisce la creazione di vitamina D nella pelle, e la vitamina D è semplicemente la più potente vitamina anti-cancro nel corpo umano. Se ognuno corresse semplicemente sotto il sole e generasse più vitamina D, il tasso del cancro precipiterebbe del 50 percento in tutto il mondo. Ma non sentirai mai l'industria del cancro ammettere questo semplice fattore di prevenzione - loro non vogliono che la gente sappia che è facile prevenire il cancro (o che le cure per il cancro esistono già).