La tua amica banca – si fa per dire...

Questa è una storia che è emersa circa una settimana fa sul quotidiano LA Times ed è stata ripresa dal Wall Street Journal. Spiacente se l'avete già sentita, ma l'ho trovata troppo divertente e bizzarra per non farne menzione.

La tua amica banca - si fa per dire:

dirigente di Wells Fargo dà feste in casa pignorata

(Tratto da Casey's Daily Digest del 18/9/2009)

Per citare il Wall Street Journal:

Wall Street da tempo è preoccupata perché le centinaia di migliaia di case pignorate negli USA stanno perdendo sempre più di valore man mano che diventano rifugio di vandali, parassiti e spacciatori di droga in cerca di un posto dove stare.

Ma ecco che si presenta un insolito occupante abusivo: una vice presidente anziana della Wells Fargo & Co, responsabile di molte delle proprietà pignorate dalla banca.

Secondo l'articolo di LA Times di stamani, una dirigente di Wells, responsabile delle proprietà immobiliari commerciali pignorate, è stata vista organizzare feste in una casa sulla spiaggia da 12 milioni di dollari a Malibu, California, una casa che i precedenti proprietari hanno dovuto cedere alla banca Wells per ripianare i debiti. Secondo l'articolo, Wells Fargo aveva rifiutato di mostrare la casa a dei potenziali clienti, suscitando la perplessità dei locali agenti immobiliari.

Per gli ultimi sviluppi di questa controversia si veda l'ultimo articolo "More on the Wells Fargo Foreclosure Flap (http://blogs.wsj.com/deals/2009/09/11/more-on-the-wells-fargo-foreclosure-flap/).

Ad aggiungere benzina sul fuoco di ciò che deve essere un incubo di PR per la banca, sta il fatto che la coppia che ha perso la casa nel pignoramento ha dovuto rinunciare alla proprietà essendo stata vittima dello schema Ponzi di Bernie Madoff.

Il Times ha intervistato i vicini, che hanno detto di avere notato la dirigente di Wells, Cheronda Guyton, offrire feste sfarzose presso la moderna ed elegante casa con patio affacciato sul Pacifico. Durante una di queste feste gli ospiti sono arrivati sui loro yacht. Le foto della casa sono disponibili su http://www.106malibucolony.com/.

Secondo il Times, la Guyton non ha potuto essere contattata presso il suo ufficio in centro a Los Angeles e la Wells Fargo si è astenuta da ogni commento, ma ha detto che la banca "condurrà un'indagine approfondita sulle accuse presentate".

Non è stata una gran settimana per Wells, una delle banche statunitensi più esposte nei prestiti ipotecari. Le banche come Wells sono criticate per aver mancato di modificare i mutui in difficoltà abbastanza in fretta nell'ambito del piano da 75 miliardi di dollari dell'amministrazione Obama per impedire i pignoramenti. Secondo il Tesoro, Wells Fargo ha avviato mediazioni legali con l'11% dei mutuatari ammissibili che sono già in arretrato di 60 giorni. Wells resta indietro rispetto alla media del 12% di modifiche dei mutui da parte delle organizzazioni nazionali che fanno prestiti ipotecari. I leader del Congresso sostengono che gli enti di prestito devono muoversi più in fretta per impedire che un'altra ondata di pignoramenti blocchi la ripresa edilizia.

Sembra che almeno uno dei dirigenti di Wells coinvolti in tale impegno sia stato - diciamo un po' distratto negli ultimi mesi.

Non mi capitano spesso storie che mi lasciano senza parole. Ma questa volta è successo.

Chris Wood

Casey Research, LLC