Psicofarmaci

Lettera aperta a Papa Francesco Bergoglio

Lasciamo che i ragazzi vengano a noi

Sui giornali di ieri, le parole di Papa Bergoglio: "Giovani tristi? Li mando dallo Psichiatra. Perchè un ragazzo dovrebbe aver paura di far cose grandi?"

Gli ho risposto:

Caro Francesco
Buongiorno!

Così avrei voluto salutarti quando anche tu "sei stato nominato".
E pensavo che quel giorno sarebbe stato buono!
Ho  pensato che la tua croce di ferro fosse un segno epocale di rinnovata e necessaria spiritualità.

Assuefazione da psicofarmaci

Chi ha preso psicofarmaci e ne è stato totalmente reso dipendente non può smettere, incalzato dall'inferno della sindrome da dismissione. L'azione dei farmaci, segnalato anche da TV e ricercatori indipendenti e anche i produttori, è proprio quella di creare dipendenza.

Ho fatto un video in proposito e questo articolo che propone soluzioni alternative.

Riforme Sociali e Bambini

Abbiamo ricevuto il seguente appello per difendere i nostri bambini dagli artigli dell'industria psico-farmaceutica e dalla cultura psichiatra che vuole etichettare arbitrariamente tutti i comportamenti umani come malattie.


Carissimi Colleghi ed Amici,

le Riforme Sociali passano attraverso informazione, formazione, consapevolezza, desiderio di cambiamento e dedizione.

Per questa ragione, "noi, non ci fermiamo mai"!

Vivere senza Psicofarmaci è possibile

Vivere senza psicofarmaci è possibile. Questo quanto sostengono un gruppo di professori e ricercatori italiani, guidati dalla Professoressa Vincenza Palmieri, presidente dell’Istituto Nazionale di Pedagogia familiare, che dal 2004 ha applicato, prima a Catania poi a Roma, il programma “Vivere senza psicofarmaci”. Un progetto la cui validità ed efficacia è data dagli importanti risultati raggiunti nel corso degli anni su giovani pazienti e adulti provenienti dall’Italia, dal Nord Europa e dagli Stati Uniti.

La psichiatria dietro Orlando e Fort Hood

Continuano le stragi psichiatriche nel silenzio più assordante. Anche quando se ne parla, le motivazioni che vengono fornite sono le più fuorvianti possibili. Diamo, quindi, uno sguardo agli ultimi episodi made in USA così come vengono raccontati dalla stampa indipendente, sperando che ottengano un buon seguito e che qualche persona in più apra gli occhi.

Stai bene? Allora hai bisogno di farmaci!

Nell'ultima parte dell'articolo MK Ultra, ieri e oggi viene descritta una "nuova" schiera di psichiatri: il MAPS (Multidisciplinary Association for Psychedelic Studies), che promuove l'ecstasy, l'LSD e altre droghe psicotrope come la soluzione dei problemi dell'uomo. Era il novembre del 2005. Ora, a distanza di tre anni, Big Pharma alza il tiro e usa le "sue" autorevoli riviste mediche per modellare l'opinione pubblica a favore dei propri interessi economici.

GSK paga 40 milioni per il Paxil

La Glaxo Smith Kline nuovamente sotto la luce dei riflettori per una causa sull'utilizzo di Paxil su minori.

Di seguito pubblichiamo una veloce traduzione, curata da Nopsych.it, di uno dei tanti articoli apparsi nella stampa americana in questi giorni.

Il Senato dalla parte dei bambini

«Tra finti psicologi, sedicenti medici e genitori presi dal sacro fuoco della medicalizzazione del disagio a tutti costi c’è davvero da perdere la pazienza, lo dico come Senatore ma anche come padre: basta con queste ingerenze nella scuola e dintorni».

Consenso informato? Non è "tecnico-scientifico"

Secondo te, parlando di somministrazione di sostanze psicotrope e psicofarmaci, i genitori hanno il diritto di scegliere per i propri figli le cure più idonee e rifiutare quelle che ritengono inadeguate?

Hai sentito l'ultima sul Prozac?

Il 19 febbraio, nell'articolo "La scienza fa progressi, la psichiatria no!", avevamo scritto «Scommettiamo che adesso si scoprirà che gli psicofarmaci falliscono spesso?»... Cavolo, non sapevamo di avere delle capacità divinatorie così spiccate! Infatti, il 26 febbraio sul Corriere della Sera sono state pubblicate due pagine (diconsi DUE) per avvertire che

Condividi contenuti